fbpx

Prevista per luglio l’entrata in vigore del Codice della Crisi d’Impresa

Circolare BFA22.022
Rif. D.Lgs. n. 14/2019 - DL n. 36/2022

Nel 2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il d.lgs. n. 14/2019 recante il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. 

Il Codice della crisi, nato per effettuare una revisione organica della disciplina concorsuale vuole perseguire diversi obiettivi: quello di riforma delle procedure concorsuali, di semplificazione della normativa generale e quello di superamento delle difficoltà interpretative.

Ora l’applicazione del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza è stata più volte differita a causa dell’emergenza Covid 19.

Con il “Decreto PNRR 2” il Legislatore ha disposto un nuovo rinvio, dal 16.5 al 15.7.2022, dell’entrata in vigore del codice in esame.

Da tale data diverranno operative anche le procedure di allerta e composizione assistita della crisi la cui applicazione era prevista dal 31.12.2023. 

I termini della nuova proroga

Con il recente Decreto PNRR 2, è stato previsto un ulteriore rinvio dal 16.5 al 15.7.2022 per l’entrata in vigore del Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza, in considerazione del prossimo recepimento della Direttiva UE n. 2019/1023 in materia e “riguardante i quadri di ristrutturazione preventiva, l’esdebitazione e le interdizioni” (la proroga non interessa le disposizioni in materia di assetti organizzativi dell’impresa e societari e di responsabilità degli amministratori). 

L’individuazione del nuovo termine del 15 luglio, assicura quindi il rispetto del termine di recepimento della direttiva stabilito per il 17 luglio 2022. 

Va inoltre considerato che il DL n. 36/2022 dispone l’abrogazione del comma 1-bis dell’art. 389, con la conseguenza che risultano applicabili dal 15.7.2022 anche le previsioni in materia di procedure di allerta e di composizione assistita della crisi. 

Infine ricordiamo che:  

  • l’art. 379, D.Lgs. n. 14/2019 ha modificato i limiti dimensionali per la nomina dell’organo di controllo / revisore delle società a responsabilità limitata.
    Il termine per la nomina in caso di superamento dei nuovi limiti, inizialmente fissato al 16.12.2019 e più volte prorogato, è stato differito alla data di approvazione del bilancio 2022, con la conseguenza che per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare la nomina dovrà intervenire nel mese di aprile / giugno 2023;
  • Il DL n. 118/2021 ha introdotto dal 15.11.2021 la nuova procedura volontaria e stragiudiziale della composizione negoziata della crisi d’impresa attivabile dall’imprenditore su base volontaria, previa richiesta di nomina di un esperto indipendente, al fine di individuare le soluzioni più opportune per il risanamento dell’impresa e di instaurare le trattative con i creditori. 

„ 

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo

Articoli Correlati

1 comment

Comments are closed.